Economia

Snodo strategico fra Europa e Asia, l’Azerbaijan gode di una posizione geografica ideale, come punto di passaggio fra due continenti, in quella che fu un tempo conosciuta come “via della seta”. Il Paese del Caucaso avrà inoltre un ruolo cruciale per le rotte degli approvvigionamenti energetici futuri, sia nel settore petrolifero che del gas. Si assiste in questa fase a una stabilizzazione dell’economia, dopo la crescita a due cifre tra la fine degli anni duemila e questo decennio, a cui è seguita una recessione  a causa del calo dei prezzi degli idrocarburi. La priorità del governo in campo economico è legata alla diversificazione e alla diminuzione della dipendenza da petrolio e gas, il che può dischiudere valide opportunità per le imprese italiane. Alla luce dei rilevanti programmi di investimento, finanziati dal Governo Azero e dal Fondo sovrano SOFAZ, notevoli sono le opportunità per le imprese italiane nel settore infrastrutturale, delle costruzioni e dell’ingegneria civile, dei trasporti, delle attrezzature per l’industria chimica e petrolchimica, industria metalmeccanica, industria tessile, prodotti di illuminazione, industria metallurgica, agricoltura, tecnologie per la salvaguardia dell’ambiente, materiali per il settore delle costruzioni e sanità.

Articoli di Domenico Letizia sull’economia in Azerbaigian: 

 

The Site of World Expo 2025 Baku